Blog di Pina Bertoli

Letture, riflessioni sull'arte, sulla musica.

La vedova Van Gogh

INCIPIT

Un ombra pesante su ogni gradino della scala è stato l’annuncio: Theo Van Gogh entra con il fantasma della morte attaccato alle scarpe. Johanna lo guarda. In tre giorni è invecchiato di dieci anni. Quasi non fa caso alla moglie e a malapena saluta il bambino. Con una cautela estrema, sistema sotto il letto gli ultimi lavori del fratello, una serie di rotoli con tele dipinte di fresco. Quindi, nel bauletto di rovere delle lettere, ne deposita un’ultima, quella che Vincent Van Gogh aveva addosso quando si era sparato un colpo, e poi si era sdraiato per dormire.

Camilo Sánchez

post qui

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: