Blog di Pina Bertoli

Letture, riflessioni sull'arte, sulla musica.

I fuggitivi

INCIPIT

(Poiché si tratta di una raccolta di sette racconti, pubblico l’incipit di quello che dà il titolo alla raccolta.)

La burrasca si avvicinava rapida. Il vento laterale stava montando e si infiltrava negli spiragli del legno marcio dando voce a un coro di flebili lamenti. La barca cominciò a oscillare. Abbracciata a una trave, Mai guardò fuori dal boccaporto e restò senza fiato: la barca si era inclinata al punto che si vedeva soltanto un gigantesco, incombente muro d’acqua nero-verdastra; chiuse gli occhi, li riaprì: ora il parapetto aveva superato la cresta dell’onda – l’oceano completamente svanito – e sembrava di librarsi nell’aria, il cielo tutto attorno nero come la china, mutevole.

Nam Le

post

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: