Le peonie di Monet….. non riesco a staccare gli occhi da questo dipinto! Così come il mare, un altro soggetto che mi affascina nell’arte sono i fiori: in vaso, nei prati, sulle stoffe… tra le mani…

“Chi non ha pane e compra fiori, è un poeta.”

Credo che questo proverbio turco abbia proprio ragione!

Allora mi tornano alla mente molti versi di Federico García Lorca; tra tante poesie, la “Casida de la rosa”, nella raccolta “Divan del Tamarit”, dove la rosa è il simbolo della poesia, e del poeta stesso; ecco i primi versi:

La rosa

no buscaba la aurora:

casi eterna en su ramo,

buscaba otra cosa.

 

de nittis papaveri

E i papaveri di De Nittis?

Vicino ai Macchiaioli, si trasferì a Parigi dove aderì all’Impressionismo. Espose cinque sue tele nello studio del fotografo Nadar, nel 1874, insieme agli altri pittori della corrente. Sposò una francesce e morì in Francia, dove è sepolto nel cimitero di Père-Lachaise.

giovanni boldini Marthe Régnier

E i fiori sull’abito di Marthe Regnier di Boldini?

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

I fiori di Monet….

 

 

E quelli di Klimt….

E quelli di Van Gogh

 

Chiudo con un quadro di Renoir, uno dei miei preferiti a soggetto fiori

renoir fiori

“Fiore eterno. Supplica del sospiro.

Fiore grandioso, divino, snervante,

fiore di fauno e di vergine cristiana,

fiore di Venere furiosa e tuonante,

fiore mariano celeste e calmante,

il fiore che è vita e azzurra fontana

dell’amore giovanile e arrogante

che nel suo calice rischiara le ansie.”

Federico García Lorca, La preghiera delle rose (estratto)

Annunci