chagall-over-vitebskun vero peccato che non abbia dipinto nulla.”

Marc Chagall amava le battute fulminanti e nella sua lunghissima vita seppe scherzare su molti suoi contemporanei. Chagall ha attraversato il “Secolo breve” lasciando una serie di dipinti che popolano l’immaginario anche di chi, magari, non sa ricondurli a lui.

Mia soltanto è la patria della mia anima. Vi posso entrare senza passaporto e mi sento a casa; essa vede la mia tristezza e la mia solitudine ma non vi sono case: furono distrutte durante la mia infanzia; i loro inquilini volano ora nell’aria in cerca di una casa, vivono nella mia anima.”

chagall-io-e-il-villaggio

Le sue opere sono poetiche, popolate da personaggi che sembrano uscire da una fiaba, rese vivide dall’uso dei colori vivaci e accostati con leggerezza. A volte ci fanno sorridere, soprattutto quelle figure che sembrano volare via e bisogna tenerle strette, per mano, come nelle opere “La passeggiata” e “Compleanno“, dove la protagonista è l’amatissima moglie Bella.

chagall-il-compleanno“Questo dipinto in particolare ha una storia da raccontare.  La stessa Bella ne parlò in un suo libro, spiegando l’origine del quadro. Disse che un giorno, mentre decorava la casa con dei fiori per festeggiare il compleanno del marito, lui le chiese di fermarsi, la baciò e disse che voleva ritrarla così, in quell’atto di amore. Accadeva prima della guerra, prima della persecuzione nazista, prima della morte di Bella. L’arte aveva bloccato in uno splendido istante ciò che anni dopo non sarebbe stato mai più.”

Chagall, di origini ebraiche chassidiche, nato a Vitebsk, nell’Impero russo e naturalizzato francese, unisce nelle sue opere temi che provengono da queste sue culture, così come  il profondo amore per la moglie Bella (quando lei morì, Chagall non dipinse per mesi) e lo struggente ricordo della sua infanzia. La sua arte, soprattutto negli anni della maturità, prese molta ispirazione dalle tematiche bibliche.chagall-e-bella

Chagall ha vissuto tutto del “secolo breve”: le persecuzioni zariste degli ebrei russi, la Rivoluzione d’Ottobre, il nazismo che lo costrinse ad abbandonare la Francia (dove tornò dopo la guerra), il dopoguerra.

la_notte_verde_chagall

bella-chagallhttps://www.amazon.it/Come-fiamma-brucia-vita-Chagall/dp/886036695X/ref=sr_1_2?ie=UTF8&qid=1487374660&sr=8-2&keywords=bella+Chagall

Annunci