Un libro in mano, una tazza fumante di tè verde, musica in sottofondo. Questa sono io quando mi rilasso. Quando riesco a combinare questi tre elementi, sono sulla buona strada; il dove riesco a farlo, non è molto importante. Leggo, tanto. Magari due libri insieme, mai di più. Uno, quello “stop & go”, lo leggo nelle piccole finestre di tempo libero mentre faccio altro: mentre cucino o sono sui mezzi pubblici, o quando faccio la cyclette. L’altro, quello “serio”, lo prendo in mano se so di avere almeno un’ora a disposizione e soprattutto senza interruzioni. Che sia al mattino, al pomeriggio o alla sera, deve essere un momento “con il mondo fuori”. I libri “stop & go” di solito li leggo sull’Ebook reader; gli altri sono cartacei perché ho la fissa del libro vero, quello da sfogliare, da annusare, da portare fisicamente in tasca o nella borsa.

E poi scrivo. Ma questa è un'altra storia.

post

Annunci